Gli Artisti


Accademia d’Archi Arrigoni

L’Accademia d’Archi Arrigoni con sede a San Vito al Tagliamento (PN) nasce nel 2009 e si rivolge ai giovanissimi talenti nell’ambito della musica da camera e di quella orchestrale. Deve il suo nome al musicista-compositore di origine sanvitese Gian Giacomo Arrigoni (1597-1675) e si ispira alla grande scuola violinistica di tradizione russa.

Per la sua specifica Attività Didattica, si affida a docenti quali Lea Birringer e Svetlana Makarova per il violino, Simone Briatore per la viola, Marianne Chen per il violoncello e del M.o Domenico Mason per la musica da camera e orchestrale. Vanta l’insegnamento e il coordinamento di uno dei migliori didatti e violinisti a livello mondiale, il Maestro Pavel Vernikov.

L’Orchestra giovanile annovera, all’interno del suo organico, la presenza di diversi vincitori di Concorsi violinistici nazionali e internazionali. Svolge inoltre attività di sensibilizzazione alla cultura musicale verso le giovani generazioni, esibendosi in Lezioni-Concerto presso le Scuole Primarie e Secondarie di I Grado.

Ha al suo attivo molti concerti in Friuli Venezia Giulia e in Veneto ed è stata invitata a partecipare a numerosi Festival (Carniarmonie, Altolivenza Festival, Mittelfest e “Assisi nel Mondo”). Ha partecipato a diverse Tournée con il CIDIM (Comitato Nazionale Italiano Musica), fra cui in Calabria, Puglia, Abruzzo, Molise e Lazio esibendosi sia a Roma che nella Città del Vaticano. Ha realizzato assieme alla Suite per Quartetto Jazz un Film-Concerto “PIANIPARALLELI”, diretto da Gianni Di Capua, presentato in diverse importante sale cinematografiche italiane.
Ha inoltre partecipato al Progetto Suono italiano 2017 – Friuli in Musica, promosso dal CIDIM e dalla Fondazione Friuli.

Dal 2016 l’Accademia è promotrice del Concorso Internazionale “Il Piccolo Violino Magico” che si svolge a San Vito al Tagliamento (PN) la prima settimana di luglio.


Andrea Boscutti

Andrea Boscutti, nato a Udine nel 1988, si è formato musicalmente al Conservatorio “Jacopo Tomadini” di Udine nella classe della Prof.ssa Maria Felicita Russo – Perez sotto la cui guida ha ottenuto importanti riconoscimenti.

Ha conseguito con il massimo dei voti il Diploma Accademico di I livello in Pianoforte al Conservatorio di Musica “Arrigo Pedrollo” di Vicenza studiando col M° Marco Tezza. E’ più volte stato selezionato fra i migliori pianisti dello stesso Istituto oltre a vincere il concorso “Il solista con l’Orchestra” che lo ha visto esibirsi insieme all’Orchestra sinfonica del Conservatorio di Vicenza. Presso il Conservatorio di Blanc Mesnil (Parigi), ha ottenuto il Diploma di Alta Formazione Musicale (DEM) in Pianoforte e Musica da Camera studiando rispettivamente con Caroline Sageman e Jeremie Maillard. Ha ottenuto il Diplome Superieure de Musique de Chambre presso l’Ecole Normale de Musique de Paris “Alfred Cortot” sotto la guida di Chantal de Buchy e Jean-Marc Luisada. Studiando nella classe della prof.ssa Franca Bertoli presso il Conservatorio di Udine, ha conseguito il diploma accademico di II livello in Pianoforte, indirizzo interpretativo, col massimo dei voti e la lode. Ha partecipato a importanti masterclasses con celebri musicisti, tra i quali: Riccardo Risaliti, Bruno Canino, Siavush Gadjiev, Luca Rasca, Marcella Crudeli e, per la Musica da camera, Rocco Filippini. Ha affinato la sua preparazione con il M° Massimiliano Frani e ha partecipato a corsi di perfezionamento negli Stati Uniti sotto la guida di Paul Pollei e all’Accademia di Como con Stanislav Ioudenitch.

Ha preso parte a vari concorsi pianistici nazionali ed internazionali piazzandosi sempre nei primi 3 posti, tra i più importanti: “Rovere d’Oro”, “Città di Ortona”, “Amadeus”, “Città di Tortona”, “International Music Competition” di Varese Ligure. Ha tenuto concerti come solista e in formazione cameristica in diverse città italiane (Udine, Pordenone, Venezia, Vicenza, Trieste, Ferrara, Verona, Milano, …) e all’estero (Parigi, Lione, Vienna, Monaco, Budapest, …). Ha inoltre vinto la semifinale del concorso “Osaka International Music Competition” a Parigi che gli ha permesso di esibirsi come unico italiano finalista alla Muramatsu Recital Hall a Osaka, Giappone. All’attività formativa e concertistica affianca quella di insegnamento di Pianoforte e Musica da Camera in diverse realtà scolastiche in Italia (Udine, Vicenza) e al Conservatorio “Erik Satie” di Blanc Mesnil, Parigi.

Attualmente è insegnante di Educazione Musicale alla scuola secondaria di I grado presso l’ Istituto “G. Bertoni” di Udine. Ha svolto, inoltre, il ruolo di Maestro collaboratore al pianoforte nell’opera “Maria de Buenos Aires” di A. Piazzolla prodotta dal Conservatorio di Vicenza e ha partecipato come pianista alla realizzazione dell’opera “Angelo. Quante volte, un uomo” di Francesco D’Ovidio che ha debuttato al Teatro Nuovo di Milano. Collabora in qualità di pianista con diverse formazioni corali di rilievo con le quali partecipa a rassegne, competizioni e concerti, in Italia e all’estero. Suona regolarmente in duo con il violoncellista Riccardo Pes.


© Francesco Fratto

Riccardo Pes

Riccardo è davvero un musicista interessante, un violoncellista e compositore davvero creativo, il suo modo di suonare è una perfetta combinazione di sapienza, competenza tecnica, lirismo naturale, suono fluente e raffinato istinto musicale.” (Giovanni Sollima)

Riccardo Pes è nato nel 1987 a Spilimbergo, Pordenone. Si è laureato con il massimo dei voti lo scorso Luglio presso il Royal College of Music di Londra, sotto la guida della Prof.ssa Melissa Phelps, dove ha conseguito l’ Artist Diploma in Performance. Ha vinto la borsa di studio Soiree d’Or Award, Pauline Hartley Award e la Kathleen Trust Award. Precedentemente Riccardo ha studiato al Conservatorio di Musica “B.Marcello” di Venezia, dove si è diplomato con il massimo dei voti, e ha frequentato i corsi di Alta Formazione tenuti dal M°Giovanni Sollima presso l’ Accademia Nazionale “Santa Cecilia” di Roma. Si è diplomato sempre con il massimo dei voti e le congratulazioni della giuria. Ha partecipato a masterclass internazionali con i Maestri Franz Bartolomey, Frans Helmerson, Ludwig Quandt, Michael Sanderling, Johannes Goritzki, Enrico Dindo.

Come solista, Riccardo ha suonato con i “Solisti Veneti” diretti da Claudio Scimone, eseguendo il Concerto in La maggiore di Giuseppe Tartini a Padova, e con l’Ensemble Serenissima eseguendo il Concerto in Si bemolle maggiore di Antonio Vivaldi presso il Teatro “Zancanaro” di Sacile. Ha eseguito musiche per Violoncello Solo da Bach a Morricone presso l’ “AHA! Festival” dell’Università di Göteborg, “Terre di Maremma Festival” e “High Notes Festival” di Lucca. Si è esibito inoltre in importanti sale a Londra come l’Elgar Room del Royal Albert hall, Royal Academy of Arts, Kings Place, St Martin-in-the-Fields, St. James’s Piccadilly, Lincoln Inn’s Chapel.

Ha suonato inoltre con importanti musicisti come Mario Brunello (Antiruggine, I suoni delle Dolomiti), Giovanni Sollima (Drum&Cello, 100 Cellos del Teatro Valle di Roma e Triennale di Milano) e il famoso violinista e direttore Thomas Zehetmair in formazione di ottetto d’archi, rivestendo il ruolo di primo violoncello. Suona regolarmente in trio d’archi con il Trio Klein, con cui andrà in tournèe per la prestigiosiosa stagione Concert in the west e in duo con i pianisti Yulia Chaplina e Irina Vaterl.

Come violoncellista collaboratore, ha anche lavorato con la scienziata Margherita Hack, lo scrittore Alessandro Marzo Magno, i fotografi Giuliano e Gianni Borghesan così come attori e artisti di circo contemporaneo. Riccardo ha suonato durante le commemorazioni per il 150° anniversario d’Italia (in onda su Mogliano TV) e ha collaborato con l’artista elettronico e pluripremiato a livello europeo, Jens Thomsen (SUNS Festival).

Riccardo ha studiato composizione e contrappunto con il Prof. Mario Pagotto e Battista Pradal e ha recentemente firmato un contratto di esclusiva con la Casa Musicale Sonzogno di Milano. Ha pubblicato il suo primo album solista dal titolo “Cellina Work” (Irene Music Label). Ha registrato inoltre per le etichette Velut Luna, Concerto (Milano), Irene (Spilimbergo) e per la nota rivista musicale Amadeus.

Riccardo ha vinto recentemente le selezioni indette per il “RCM Gateway Scheme”, un programma di promozione di giovani valenti musicisti con concerti a Londra ed in Inghilterra. Ha vinto il 1° premio (categoria “Concerto Competition”) e il 2° premio (categoria “Recital”) presso il Richmond Festival Competition; 2° premio sia presso l’ Hatfield and District Festival Competition che al concorso Piove di Sacco. È stato insignito del titolo di “Uomo di Pace” dopo la sua performance al Padiglione Tibet presso la Biennale di Venezia, ricevendo inoltre il passaporto onorario per il Tibet.


Marco Gerolin

Nato il 12 giugno 2001 a San Vito al Tagliamento (PN), Marco Gerolin ha iniziato a manifestare i primi interessi musicali a quattro anni, età in cui ha frequentato i primi corsi propedeutici. A cinque anni, seguito dal M°Denis Biasin prima e dal M°Nicola Milan dopo, ha cominciato a studiare la fisarmonica, strumento che gli ha permesso di partecipare a concorsi locali, e che lo ha portato a frequentare il Liceo Musicale Marconi di Conegliano (TV), prima sotto la guida del M°Mirko Satto e, dal 2020, del M°Miranda Cortes. Ha vinto molti concorsi internazionali a: Serramazzoni (MO), Felino (PR), Bibbiano (RE), Coriano (RN), Roseto degli Abruzzi (TE).

Inoltre, nel 2017, ha ottenuto il Primo Premio alla seconda edizione del concorso artistico della città di Tula, in Russia. Nel 2019 ha inoltre ottenuto il Primo Premio al Concorso “Festival&Contest” a Calella, in Spagna. Dopo aver superato le selezioni italiane a Spoleto, nell’agosto 2019 ha ottenuto il quinto posto alla “Coppa del Mondo di Fisarmonica”, tenutasi a Shenzhen, in Cina. Si è esibito oltre che nel panorama del Triveneto, anche in campo internazionale, tenendo concerti in Russia, Svizzera e Spagna. Attualmente è prima fisarmonica della “Fisaorchestra Armonia” di Treviso, con la quale si è esibito in Veneto, Emilia Romagna, Marche e Svizzera. Si è inoltre esibito, in due occasioni, con la “World Accordion Orchestra”, a Osimo nel 2017 e a Shenzhen nel 2019. Suona con il “New Modern Quartet”, con il quale ha inciso il suo primo disco: “Start”. Dal 2018 si esibisce in duo fisarmonica-clarinetto con Matilde Michielin, con la quale ha ottenuto il Primo Premio con menzione d’onore per l’ottimo lavoro d’insieme al Concorso Internazionale “Città di Belluno”, e numerosi altri premi. In questa formazione si è esibito a Forio(NA), alla “Sala Rossini” del “Caffè Pedrocchi” di Padova, e nel Triveneto.

Al liceo ha intrapreso anche lo studio del clarinetto, strumento con il quale è entrato a far parte dell’orchestra “SiO” di San Fior (TV): con questa formazione si è esibito nella trasmissione televisiva di Canale 5 “Tu si que vales”, al “Teatro Dal Verme” di Milano, alla “Scuola San Giovanni Evangelista” di Venezia e in numerosi altri palcoscenici. Nell’ottobre 2018, il comune di Pasiano di Pordenone(PN), città in cui vive, lo ha insignito di un attestato di pubblico riconoscimento, a seguito dei risultati ottenuti musicalmente.


Domenico Mason

Si è diplomato brillantemente in violino presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine.  Ha seguito i corsi di musica da camera presso la Fondazione Musicale “S.Cecilia” di Portogruaro, dove si è perfezionato con i M.i Vernikov, Berinskaja e Volochine e con il M.o Fuks presso l’Indiana University di Bloomington negli Stati Uniti. Ha collaborato con le Orchestre di Belluno, Udine, Castelfranco, gli Archi di Firenze, l’Orchestra di Venezia, l’Orchestra del Teatro Lirico G.Verdi di Trieste, la FVG Mitteleuropea Orchestra con le quali ha tenuto numerosi concerti in Italia e all’estero e con famosi Direttori e solisti quali: Penderecki, M. Vengerov, J.Rachlin, Natalia Gutman, Misha Maisky, D. Renzetti, G. Gelmetti, A. Nanut, Uto Ughi, P. Vernikov, S. Krilov, e molti altri.

Suona regolarmente anche la viola in numerosi complessi orchestrali e cameristici. Ha conseguito la Laurea in Scienze dell’Educazione indirizzo Musicologico presso l’Università di Trieste con il massimo dei voti e la lode, ed è stato co-autore, insieme ad Umberto Berti del libro “L’Assoluto Microcosmo – L’op. 91 di J. Brahms” edito dalla Casa Editrice Zecchini di Varese.  Insegna violino e musica da camera presso la Fondazione Musicale di Portogruaro ed è Docente di Violino ed esercitazioni orchestrali presso l’Accademia d’Archi Arrigoni di San Vito al Tagliamento del quale è stato socio fondatore.

Fra i suoi allievi vi sono diversi vincitori di concorsi nazionali ed Internazionali, quali il Concorso per Violino di Vittorio Veneto (vincitore assoluto e in altra edizione terzo premio, primo e secondo non assegnati), il Concorso Internazionale Hindemith di Berlino e il Concorso di Mirecourt (Francia). Alla guida dell’Accademia d’Archi Arrigoni ha tenuto un applauditissimo concerto presso la Fazioli Concert Hall di Sacile e registrato per l’etichetta Amadeus un cd dal titolo “Giovani di Sicuro Talento” dedicato alle opere giovanili di F. Mendelssohn. E’ del luglio 2014 l’uscita di un CD allegato alla prestigiosa rivista di musica classica Amadeus (con copertina dedicata) con musiche inedite del compositore Federigo Fiorillo. E’ stato Segretario artistico del Festival internazionale di Musica da camera di Portogruaro e dell’Accademia Violinistica Europea di Castel S. Pietro (Bo) diretta dal M.o Pavel Vernikov. In collaborazione con quest’ultimo è stato Responsabile e Segretario Artistico dell’International Music Festival di Eilat (Israele).

Ha seguito corsi di direzione d’orchestra con i M.i Donato Renzetti e Giancarlo Guarino. In qualità di direttore si è esibito con solisti quali P.Vernikov, R. Jaffè, E. Bronzi, V. Mendelssohn, S. Briatore, N. Gutman. Viene frequentemente chiamato a far parte di Giurie di Concorsi nazionali e Internazionali, quali il Concorso Spincich di Trieste e il Concorso Salieri di Legnago (VR). Dal 2009 è il direttore dell’Accademia d’Archi Arrigoni di San Vito al Tagliamento (PN) e direttore organizzativo del Concorso Internazionale “Il Piccolo Violino Magico” promosso dall’Accademia.


Axel Trolese

Axel Trolese è nato a Genzano nel 1997 e ha iniziato a suonare a 5 anni. Da allora, ha seguito il naturale percorso di crescita in Italia, diplomandosi al Conservatorio Monteverdi di Cremona con lode e menzione con Maurizio Baglini. Si è laureato con il massimo dei voti e la lode all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, con Benedetto Lupo, e al Conservatoire National Supérieur di Parigi, con Denis Pascal. Ora è un “Artist in Residence” alla Queen Elisabeth Music Chapel di Waterloo, dove sta studiando con Louis Lortie.

Interprete appassionato della musica francese, nel 2016 le dedica il suo primo disco “The Late Debussy: Etudes & Epigraphes Antiques”, molto apprezzato su testate quali Repubblica, Musica, Amadeus, il Giornale della Musica e il Corriere dello Spettacolo.

Anche grazie ai numerosi riconoscimenti ottenuti nei concorsi internazionali, quali il 2° premio all’Ettore Pozzoli Piano Competition, il 1° premio al Grand Prix Alain Marinaro, il 2° premio al Premio Melini e il “Premio Casella” al Premio Venezia, la sua attività concertistica è in rapida ascesa.

Si è esibito in molte sale da concerto importanti in Europa e nel mondo, tra cui l’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Teatro La Fenice di Venezia, gli Istituti Italiani di Cultura di Parigi e Budapest, la Millennium Concert Hall di Pechino, l’Ambasciata Americana di Parigi, l’Abbazia di Beaulieu nell’Hampshire, l’Académie de France a Roma, il Palazzo del Quirinale, l’Amiata Piano Festival, il Museo di Belle Arti di Rouen, l’Accademia Filarmonica Romana, la Salle Cortot di Parigi, la Weimarhalle di Weimar e la Fazioli Concert Hall di Sacile. Alcuni dei suoi concerti sono stati trasmessi in diretta da Radio3, France Musique e Venice Classic Radio.

Come camerista ha collaborato con il Quartetto di Cremona e con il Quartetto Guadagnini; ha suonato anche con orchestre quali la Jenaer Philharmoniker e direttori come Markus L. Frank, Ovidiu Balan e Jesús Medina. Inoltre, dal 2019 la sua attività artistica è sostenuta dall’associazione Musica con le Ali.

Trolese è apparso in un documentario di ARTE dedicato al compositore italiano Roffredo Caetani (spiegando e suonando alcuni suoi pezzi sul pianoforte gran coda Bechstein regalatogli da Franz Liszt) e nella masterclass-documentario “Dentro la musica” con Roberto Prosseda su SkyClassica. È anche protagonista principale e pianista del cortometraggio “Danza Macabra” del regista italiano Antonio Bido, ispirato dal famoso poema sinfonico di Saint-Saëns.


Christian Sebastianutto

E’ nato in una famiglia di musicisti nel 1993 e ha intrapreso lo studio del violino all’età di 4 anni. Dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica , si è diplomato presso il Conservatorio “J. Tomadini” di Udine con il massimo dei voti, la lode e menzione speciale. Successivamente  si e’ specializzato presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma con Sonig Tchakerian, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode, e presso L’ Haute Ecole de Musique de Lausanne HEMU – Conservatoire Superior de Musique de Lausanne nella classe di Pavel Vernikov ottenendo il Master in Concertismo. Ha frequentato numerose Masterclass in Italia e all’estero con Ivry Gitlis, Giovanni Guglielmo, Sergej Krylov, Zakhar Bron, Mihaela Martin, Gerhard Schulz e Donald Weilerstein.

E’ risultato vincitore di primi premi assoluti in numerosi concorsi internazionali. Nel 2014 e’ stato vincitore del 31° Concorso Nazionale Biennale di violino “Premio Città di Vittorio Veneto” col 3°premio e nel 2016 ha vinto il 3ºpremio al Concorso violinistico internazionale “Andrea Postacchini” di Fermo. Ha tenuto concerti come solista e musicista da camera in tutta Italia e in Slovenia, Croazia, Austria, Germania, Spagna, Svizzera, Francia, Svezia, Albania, Ungheria, Turchia e Cile. Si e´ esibito per importanti associazioni artistiche italiane quali: Stagione della Fazioli Concert Hall, Festival “Assisi nel Mondo”, “Risonanze Festival”, Settimane Musicali del Teatro Olimpico di Vicenza, Musica Pura, “Scuola Internazionale del Trio di Trieste” a Duino, Violino Virtuoso a Lucca, Fondazione Walton presso “I Giardini della Mortella” a Ischia, “Virtuosi” presso L’ Auditorium del Parco della Musica di Roma, Associazione “De Sono”, Animando Lucca, “Il Bello da Sentire”concerti serali presso i Musei Vaticani, Amici della Musica di Campobasso, Catanzaro e Padova, Societa´dei Concerti del Teatro Massimo di Pescara, Camerata Musicale Sulmonese, Ama Calabria, Camerata Musicale Barese, Accademia dei Cameristi di Bari, Sanvito Musica, Teatro La Fenice di Venezia, Comunita´evangelica luterana di Napoli etc. . Si e´esibito numerose volte presso la città del Vaticano e nel dicembre 2015 ha tenuto un concerto per il Papa emerito Benedetto XVI registrato dalla Radio Vaticana.

Ha collaborato come Konzertmeister con l’Orchestra di Padova e del Veneto e come Assistant Konzertmeister con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Nel 2010 ha vinto la Borsa di Studio Iginio Gobessi come migliore allievo violinista del Conservatorio di musica di Udine.

Nel 2013 ha vinto la Borsa di Studio indetta dalle “Settimane musicali del Teatro Olimpico di Vicenza” presso L’Accademia Santa Cecilia di Roma. Si è esibito come solista con numerose orchestre quali: Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra Nazionale Ucraina di Donetsk, Orchestra dell’ Accademia d’archi Arrigoni, Orchestra Nuove Assonanze, Orchestra dell’ Accademia Naonis di Pordenone, Orchestra “Ferruccio Busoni” di Trieste, Interpreti Veneziani, Orchestra dell’ Università’ “Andres Bello” di Santiago del Cile, MAV Symphony Orchestra di Budapest, FVG Orchestra. Nel 2015 è stato selezionato tra le più’ importanti Accademie musicali europee per partecipare al Festival Internazionale di musica “Encuentros Musicales Santander” in Santander (Spagna). Ha inciso per Amadeus Rainbow, Achord Pictures Budapest e per la Rai di Trieste.


Massimiliano Pitocco

Ha iniziato a 7 anni lo studio del Fisarmonica con il M° Di Zio e successivamente a Parigi con il M° Max Bonnay, diplomandosi nel 92 al Conservatorio Nazionale Superiore, nel 93 al Conservatorio della “Ville de Paris” e sempre nello stesso anno al concorso regionale d’Ile de France ottenendo sempre il Primo Premio con medaglia d’Oro.
Nel 1992 si diploma con lode in Organo a Pescara con la Prof.ssa Franzoni, nel 94 in Fisarmonica a Bari dove ha studiato Fuga e Composizione con il M° Alandia.

Si perfeziona successivamente in Fisarmonica con i Maestri Lips, Zubitsky, Mornet, Ellegaard, e in Organo con Kopman, Roth, Rogg e per due anni a Cremona con Radulescu. E’ vincitore di numerosi Concorsi Internazionali di Fisarmonica, tra cui il Primo Premio a Castelfidardo (1986 e 1988) e il Secondo Premio alla “Coppa del Mondo” (Svizzera 1989). E’ spesso invitato a tenere Conferenze e Seminari oltre che a presiedere le giurie delle più importanti competizioni internazionali quali il Premio di Castelfidardo e Klingenthal.

Dopo aver studiato profondamente la filologia barocca, è oggi considerato tra i più importanti esecutori e filologi del mondo per il repertorio di Bach con la Fisarmonica. Ha suonato in importanti Teatri di tutto il mondo come quelli di Monaco, Francoforte, Concertgebouw di Amsterdam, Bruxelles, Amburgo, Lisbona, Belgrado, Vienna, Parigi, Lione, Lussemburgo, Budapest, Konzerthaus di Berlino, Tonhalle di Zurigo e Lucerna, Città del Mexico, Sydney, Tokyo, Yokohama, EAU, Marocco, San Paolo di Brasile, USA, e nei maggiori Teatri italiani come il Parco della Musica a Roma, Goldoni di Venezia, Bellini di Napoli, Politeama di Lecce, Verdi di Trieste, Pergola di Firenze, Sala Verdi di Milano, Massimo e Biondi di Palermo, Piccinni di Bari, Comunale di Bologna, Biennale di Venezia ecc.

Da anni suona anche il Bandoneòn e si è dedicato al Tango ed in particolare alla musica di Piazzolla; nel 1998 ha fondato il quartetto “Four for Tango”, nel 2000 il TrisTango e nel 2006 il sestetto “Viento de Tango”. Nel 2002 ha suonato e diretto in Svizzera l’Opera “Maria de Buenos Aires” di Piazzolla-Ferrer riscuotendo notevole successo di pubblico e di critica.

Ha collaborato e collabora con grandi musicisti e attori quali Milva, Bacalov, Morricone, Fedele, Bussotti, Kremer, Piovani, Capossela, Placido, Mastelloni, Riondino, Decaro; ha registrato numerose colonne sonore per film di cinema e televisione e inciso diversi CD per le case discografiche Wergo, Dynamic, Sculture d’Aria, Riovoalto-Ducale, Wide, Azzurra e MAP.

E’ titolare della cattedra di Bayan/Fisarmonica al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma e ha tenuto Masterclass alla Royal Academy di Londra, Portogruaro, Accedemia di Riga, Università di Linz e Conservatori di Pechino e Tanijn.


Carlo Torlontano

Considerato uno dei migliori solisti internazionali, Carlo Torlontano si è esibito con il suo Corno delle Alpi in tutto il mondo riscuotendo sempre ottimi consensi di pubblico e di critica.

Diplomato in Corno con il massimo dei voti ha vinto il Concorso di 1° Corno all’Orchestra Sinfonica Abruzzese con la quale a soli diciotto anni inizia la sua carriera orchestrale. Successivamente, dopo aver ricoperto per molti anni il ruolo di 1° Corno all’Orchestra Sinfonica della RAI (1986-1992), al Teatro di San Carlo di Napoli (1993-1997) e al Teatro Lirico di Cagliari (1998-2000), decide di dedicarsi all’attività solistica effettuando in breve tournée in tutta Europa, Asia, Australia e Nord America.

Prestigiose sono le sale da concerto che hanno ospitato i suoi concerti: Mozarteum di Salisburgo, Filarmonica di Berlino, Filarmonica di San Pietroburgo, Filarmonica di Varsavia, Beethovenhalle di Bonn e poi Praga, Milano, Kuhmo, Tokyo, Brisbane, Hong Kong, Montréal, Beirut, Monterrey, Poznan, Göteborg, Besancon, Porto, Lahti, Rzeszow, Cordoba, Zagabria, Lubliana, Bratislava, Madeira, Torun, Kristiansand, Sanremo, Cipro, Den Haag, Vilnius, Napoli, Sélestat, Shenzhen, Santander, Berlgrado, Padova, Tirgu-Mures, Basilea, Palermo, Eisenach, Newport, San Diego, etc.

E’ stato inoltre invitato ad eseguire il concerto di Leopold Mozart nel 2006 al Mozarteum di Salisburgo in occasione delle celebrazioni del 250° anniversario della nascita di Amadeus e nel 2019 alla Konzerthalle di Augsburg in occasione delle celebrazioni del 300° anniversario della nascita di Leopold.

E’ stato il primo interprete della parte originale scritta da Richard Strauss per la scena d’apertura della sua “Daphné” che ha così eseguito all’Opera di Göteborg, al Teatro di Basilea e alla Filarmonica di Berlino. Ha registrato per le televisioni e radio di Australia, Canada, Cina, Finlandia, Germania, Giappone, Messico, Polonia, Russia, Svezia, USA ed ha avuto l’onore di collaborare in questi anni con prestigiosi direttori d’orchestra quali Accardo, Ahronovitch, Bareza, Battistoni, Bellugi, Berio, Bonynge, Drewanz, Gatti, Gavazzeni, Gazarian, Griffiths, Harding, Janowski, Kalmar, Koopman, Kuhn, Letonja, Maag, Maazel, Oren, Pesek, Renzetti, Schaefer, Semkow, Tjeknavorian.

Ha inoltre partecipato alle dirette TV a Roma dal Palazzo del Quirinale per il 50° anniversario della Repubblica Italiana, a Napoli per l’incontro del G 7 ed è stato invitato al “Martha Argerich & Friends” dove ha eseguito con la prestigiosa pianista Martha Argerich l’Andante e Variazioni di Robert Schumann per 2 pianoforti, 2 violoncelli e corno.

Dopo aver insegnato nei Conservatori di Campobasso, Foggia, Pescara e Salerno, è attualmente titolare della cattedra di Corno al Conservatorio “A. Casella” di L’Aquila.