Laboratori, seminari, mostre e convegni

Durante le giornate del Festival “Risonanze 2019”, al  Palazzo Veneziano di Malborghetto, ci sarà anche l’occasione di partecipare ai diversi laboratori, seminari tematici, mostre e convegni.

Mostra “Disegnati da Leonardo, costruiti da Michele” (vai al progetto)
orari 10-12.30 / 15-21
Esposizione di strumenti musicali ricostruiti sulla base degli schizzi di Leonardo Da Vinci e custoditi nei “Codici di Madrid”
visita guidata con Michele Sangineto alle ore 11 e alle ore 15

In collaborazione con Il Distretto Culturale Fvg denominato Musicae, un nuovo soggetto che produce cultura al suo interno offrendo strade innovative adeguandole anche alle esigenze del “mercato musicale, in sinergia con il territorio in sinergia e le Istituzioni: si crea così un modello specifico di“Distretto culturale-economico” di cui il Pianoforte (meglio gli strumenti musicali) è/sono elemento di attrazione e sviluppo economico, artistico e sociale.

La collaborazione con il festival “Risonanze” in occasione della mostra di strumenti musicali “Disegnati da Leonardo, costruiti da Michele” inserita nel progetto Officina dell’Arte ne è testimonianza.

Musicae, attraverso collaborazioni ed eventi come “Legno Vivo” ed il “Concorso pianistico internazionale del Friuli Venezia Giulia”, è così in grado di offrire ad un pubblico sempre più ampio ed esigente un mondo fatto di musica, arte, strumenti antichi, artigianato culturale, mostre.

dal 13 al 16 giugno, dalle 10 alle 16 – Palazzo Veneziano
Prove aperte con l’Orchestra Alpina Heuropen – dir. F. M. Bressan

Laboratori di liuteria
in collaborazione con l’Associazione Liutaria Italiana

Seminari e incontri musicali
13 giugno, ore 18
Il ruolo dell’abete rosso di risonanza delle Alpi nella costruzione di strumenti nel XVIII secolo
con la partecipazione della professoressa Conny Sibilla Restle, direttore del museo degli Strumenti Musicali di Berlino

14 giugno, ore 18
John Monteleone e le sue chitarre acustiche
seminario con la partecipazione musicale di Woody Mann alla chitarra acustica e Massimo Gatti al mandolino

15 giugno, ore 19
Gli strumenti di Leonardo in concerto
a cura di Antica Liuteria Sangineto

16 giugno, ore 12
Kujacustic Trio & Woody Mann
Massimo Gatti al mandolino
Woody Mann alla chitarra acustica
Michele Pucci alla chitarra flamenco
Alessandro Turchet al contrabbasso


ANTICA LIUTERIA SANGINETO


L’arte pittorica italiana ed europea è ricca di curiose immagini di strumenti musicali, taluni caduti in disuso, altri immaginati e frutto della fantasia dei pittori.

L’Antica Liuteria Sangineto è un progetto intimamente legato alla liuteria
artigiana del maestro Michele Sangineto, a cavallo tra musica e storia dell’arte che abbatte le pareti bidimensionali dell’arte pittorica per restituire suoni di un passato dimenticato o mai conosciuto.

Così in un Rinascimento parallelo senza limiti di epoche e luoghi ritroviamo la Viola organista e la Piva a vento continuo schizzate da Leonardo da Vinci, la Claviharpa dipinta dal Giorgione, i Liuti e la Ribeca degli angeli di Gaudenzio Ferrari, il Galoucorde di Piero di Cosimo a suonare insieme in un unico suggestivo concerto.

I tre musicisti Adriano e Caterina Sangineto e Jacopo Ventura hanno svolto congiuntamente con il liutaio ricerche e sperimentazioni sulle sonorità e le potenzialità tecniche di tali strumenti e concepito un repertorio eterogeneo (dal sacro al profano, dal Medioevo al Rinascimento) per dare loro una voce a distanza di secoli.

La formazione si è esibita in numerosi festival e manifestazioni internazionali di musica antica tra cui “Journées de musiques anciennes” di Vanves (Francia), “Rencontres de lutherie et musique médiévales” di Largentière (Francia), “Musica Antiqua Brugge” (Belgio), “Early Music Festival” di Greenwich (Gran Bretagna) e in contesti prestigiosi quali la Galleria degli Uffizi a Firenze, Villa Reale a Monza, il Castello Sforzesco e Palazzo Marino a Milano, l’Auditorium Parco della Musica a Roma o il Castello di Buda a Budapest.